sabato 31 dicembre 2011

Pablo Marcos







Feticismo horror p.te 4: Ultimo post dell'anno dedicato a Pablo Marcos, nome storico della grande Marvel degli anni'70 e disegnatore di tales of the Zombie, collana di 10 num. più un annual entrata nella storia dei comics.

venerdì 30 dicembre 2011

Gene Colan







Feticismo horror p.te terza: Gene Colan. Scomparso a giugno di quest'anno Colan è stato uno dei grandi nomi del fumetto Americano. Attivissimo ha legato il suo nome a personaggi quali Batman e daredevil, ma lo ricordo soprattutto per lo stupendo ciclo di Tomb of Dracula scritto da Marv Wolfman, le prime storie del quale sono reperibili (purtroppo a colori) in un volume Marvel Gold,

giovedì 29 dicembre 2011

Mike Ploog








Feticismo horror p.te 2 Mike Ploog, praticamente l'horror Marvel degli anni '70 insieme a Gene Colan e Pablo Marcos. Creatore grafico di Frankenstein, Licantropus e Ghost Rider prossimamente ristampato da panini in un volume "classic"

mercoledì 28 dicembre 2011

Bernie Wrightson









Feticismo odierno Bernie Wrightson uno dei migliori disegnatori horror di sempre. Da avere il suo Swamp thing scritto da Wein, l'edizione illustarata di Unico indizio la luna piena di King e lo spettacolare Frankenstein pubblicato da Planeta.

sabato 3 dicembre 2011

Dr. Ink al Panstore sabato 10 Dicembre!



“Come crescere un robottone felice”: Dr.Ink lo illustra in un manuale!

“Come crescere un robottone felice ed evitare di distruggere il mondo” è un manuale illustrato indispensabile per i nostalgici del genere robot -e un oggetto da collezione per tutti-, ideato e realizzato da Dr. Ink, per rendere omaggio alle serie animate giapponesi.
Nel vademecum il prof Kabuto, emerito conoscitore della materia, introduce i lettori nel mondo dei robot e li accompagna lungo un percorso costruito per far crescere e addestrare nuovi amici robotici, affrontando le insidie del mondo.
Grazie all’utilizzo di materiali particolari e di cartotecniche, “Come crescere un robottone felice” è un book che si colloca a metà tra il fumetto e il libro di design; un progetto che unisce più tecniche illustrative, la sceneggiatura e la sperimentazione grafica. Questa edizione speciale contiene un paper toy, un pop-up, acetati rossi per rivelare illustrazioni nascoste e altri originali gadget che permettono al lettore di interagire con il volume e di vivere un’esperienza unica.
Dr. Ink è un nuovo team creativo formato da 6 fumettisti professionisti (Matteo Cuccato, Christian Cornia, Matteo Freddi, Cristina Giorgilli, Alessia Pastorello, Federico Tramonte) con una solida esperienza nel settore editoriale e una precisa competenza nell’autoproduzione.
Il gruppo è eterogeneo: ogni professionista arriva da una realtà differente ma è legato agli altri dallo stile umoristico e da un forte spirito d’intraprendenza. La ricerca del’originalità, la volontà di colpire il pubblico e di creare un nuovo filone comunicativo hanno portato il team a realizzare un book che va ben oltre l’autoproduzione tradizionale, dimostrando di avere le capacità e l’inventiva fondamentali per creare un prodotto editoriale unico e innovativo.

(Per ulteriori informazioni: http://www.dr-ink.it/)

giovedì 1 dicembre 2011

Planeta last stand



La Planeta è la casa editrice spagnola che detiene i diritti per l'Italia del materiale Dc/Vertigo, almeno fino a dicembre 2012. Poi subentrerà la Lion.
Della Planeta ci piace ricordare i volumi per metà in spagnolo, l'assoluta mancanza di comunicazioni, i tagli improvvisi a intere linee editoriali, i volumi senza prezzo in copertina, il caos assoluto dal punto di vista editoriale, i volumi annunciati e mai usciti, il blocco arrtrati di oltre un anno, lo stand a Lucca con tutto il materiale che nelle librerie non arrivava, insomma un editore con i controfiocchi che ha indubbiamente fatto dei volumi splendidi ma tante di quelle cazzate che nemmeno se avesse pubblicato un fumetto scritto da Shakespeare e illustrato da Michelangelo rilegato in pelle umana si potrebbe salvare.

Beh l'ultima chicca della sua demenziale gestione pare averla tenuta in serbo per rallegrarci questo Natale funestato da crisi dell'euro, governi tecnici, tagli, "macelleria sociale" ecc...

Insomma le fumetterie ricevono la seguente comunicazione da Alastor, distributore di Planeta:

Gentile Cliente,
Con la presente comunichiamo che l’Editorial Planeta, con decisione unilaterale, ha imposto ad Alastor la sospensione delle attività di distribuzione del proprio materiale nel periodo restante della sua gestione, dicembre 2011.
Non appena avremo ulteriori informazioni sarà nostra cura darvene comunicazione.

Alastor srl
L’ufficio commerciale


Insomma niente novità di Dicembre che verranno semplicemente saltate, nessun rifornimento arretrati, nulla. Punto. Stop.

Di più di questo non ci è dato di sapere quindi la situazione attualmente è la seguente, quel ce c'è di Planeta in negozio c'è, quel che non c'è non c'è e non ci sarà. Nemmeno se lo ordinate. Nemmeno se lo prenotate. Nemmeno se vi manca solo quel numero li.
E' il magico mondo dei fumetti gente, fatevene una ragione.

venerdì 25 novembre 2011

“MYSTURA. LE LEGGI FISICHE DEL MALE” al Panstore




“FIAMME E SANGUE” A PADOVA, ALLE 16.00 DEL 26 NOVEMBRE PRESENTAZIONE AL PANSTORE (VIA PETRARCA 7) DEL PRIMO NUMERO DELLA SERIE A FUMETTI COMICO-FANTASY “MYSTURA. LE LEGGI FISICHE DEL MALE” (DISEGNATA DAL PADOVANO GABRIELE BUFFOLI)

La serie si svolge nell’universo fantasy di Mystura, che è una parodica mistura (appunto) di molte ambientazioni classiche (dalla Terra di Mezzo di Tolkien alla Mystara che fa da sfondo alle avventure della prima edizione del gioco di ruolo Dungeons&Dragons, passando per il Mondo Disco di Terry Pratchett, lo Westeros di G.R.R. Martin e molti altri).

Vi si narrano le vicende di TRE AVVENTURIERI INTERINALI (un sacerdote di una divinità non proprio bonaria, un elfo appassionato di “ERBA SPINELLA” e il suo amletico fratellastro) che sfidano la PRECARIETA’ dell’esistenza a colpi di spada e di incantesimi.

“Fiamme e Sangue” vuole essere il primo capitolo di una saga ricca di pulp come di satira sociale; un esempio per tutti: il mondo di Mystura viene sconvolto da una grande invenzione “tecnomagica”, la SFERAVISIONE, capace di portare notizie di parti lontane del mondo in tutte le case.

Il lettore ideale de“Le Leggi fisiche del Male” è un adulto amante del fumetto e del fantasy, meglio se giocatore di ruolo (abbondano le strizzate d’occhio a DUNGEONS&DRAGONS).

Gli autori (Giulio Braccini, Gabriele Masetti, Luca Zagli) sono tre fiorentini che provengono dai background più disparati, mentre il disegnatore, l’esordiente Gabriele Buffoli, è un padovano appena uscito dalla scuola di Comics.

Il BOOKTRAILER (realizzato da Caterina Zaccaria, con musiche di Stefano Aneto) è disponibile anche su Youtube:
http://www.youtube.com/watch?v=Kd7Ge0m80yI.

SITO:
leleggifisichedelmale.blogspot.com

PAGINA FACEBOOK (per ora la più ricca di notizie) “LE LEGGI FISICHE DEL MALE”:
http://www.facebook.com/pages/Le-Leggi-Fisiche-del-Male/150658431693172?sk=wall

martedì 11 ottobre 2011

e sono otto!


Son passati 8 anni dal giorno in cui abbiamo inaugurato il nostro Panstore,
che dire se non...
GRAZIE A TUTTI!

Andrea & Federico

sabato 8 ottobre 2011

mercoledì 28 settembre 2011

Lansdale inedito


Londra è fredda, umida e buia. Le notti si scaldano solo con le pinte nei pub e con labbra rosse delle prostitute che affollano il quartiere di Whitechapel… Ma nell’ombra la risata di un folle stride come il rumore di un coltello che sfrega, che taglia, che uccide! Dal racconto di Robert Bloch, romanziere americano noto ai più per essere l’autore di Psycho, l’acclamato narratore Joe R. Lansdale ha... tratto una sceneggiatura che ci porta direttamente nel 1888 per indagare sul serial killer più famoso di tutti i tempi. Non solo, il disegnatore è Kevin Colden, nominato per Eisner Award e vincitore dello Xeric Award per Fishtown…

IN ANTEPRIMA NAZIONALE ALLO SUGRAPULP FESTIVAL IL NUOVO FUMETTO DI JOE LANSDALE edito da GP publishing! Al nostro stand.

sabato 17 settembre 2011

Sugarpulp Festival - Lateral Studio



Sabato 1 Ottobre
- Agorà (c/o Centro d’arte e Cultura Altinate/San Gaetano) - Ore 10.30-11:30:
Tavola rotonda su noir e fumetto con Alessandro Vitti (Brendon, Secret Warriors) e Elia Bonetti (Capitan America teatro di guerra, Fear Itself) che presentano la prossima stagione di “Lateral Studio”.
- Sala Sugarpulp (c/o Centro d’arte e Cultura Altinate/San Gaetano) - Ore 16.30-17:30:
Tavola rotonda sul fumetto: Matteo Strukul e Alessandro Vitti presentano il fumetto “Red Dread".

mercoledì 14 settembre 2011

Sugarpulp Festival - Andrea Mutti


Andrea Muti è uno degli autori italiani più famosi all'estero, attivissimo sia sul mercato francese che su quello americano. Tra le sue opere ricordiamo Marvel Zombie, La sindrome di Caino, Crimini finanziari, Nero, Arrivederci amore ciao con Massimo Carlotto, Laggiù nel profondo con J. Lansdale e il recentissimo Grida nella Nebbia pubblicato in Italia da Nona Arte. Potete leggere maggiori info sul suo sito QUI

Sabato 1 ottobre presso Agorà (c/o Centro d’arte e Cultura Altinate/San Gaetano)Ore 10.30-11:30:
Massimo Carlotto, Joe R. Lansdale e Andrea Mutti parlano delle opere realizzate insieme. Moderano Francesco Verni (Corriere del Veneto) e Massimo Zilio (Il Gazzettino).

- Sala Sugarpulp (c/o Centro d’arte e Cultura Altinate/San Gaetano) - Ore 16.30-17:30
Tavola rotonda sul fumetto: Andrea Mutti parla del suo lavoro nel fumetto. Moderano Francesco Verni (Corriere del Veneto) e Massimo Zilio (Il Gazzettino).

martedì 13 settembre 2011

Sugarpulp Festival - Alberto Ponticelli



Venerdi 30 settembre

- Agorà (c/o Centro d’arte e Cultura Altinate/San Gaetano) - Ore 16.00-17:00: Incontro con Alberto Ponticelli, Tiziano Angri e Officina Infernale, presentano “Le 5 fasi”. Modera Max Brighel (Panini Comics) Dalle 17:00 alle 18:30 i disegnatori realizzeranno sketch per i fan e presenteranno i loro lavori.
-Sala Sugarpulp (c/o Centro d’arte e Cultura Altinate/San Gaetano) - Ore 17.45-18:30: Alberto Ponticelli, incontra i fan e parla con Max Brighel (Panini Comics) del suo lavoro di artista del fumetto.

lunedì 12 settembre 2011

Sugarpulp festival - Joe Lansdale e Victor Gischler



sabato 1 ottobre · 18.30 - 19.30
Nella sala Agorà del Centro Civico d’arte e cultura Altinate/San Gaetano

Joe Lansdale e Victor Gischler presentano i loro ultimi romanzi e rispondono alle domande dei fan. Modera Luca Conti.

domenica 11 settembre 2011

Nuova convenzione


Abbiamo iniziato una collaborazione con l'edicola di Marco Bazzolo all'Arcella.
Da oggi possiamo procuravi tramite la sua attività le T-shirts Marvel, le miniature 3d dei personaggi del fumetto italiano e gli altri prodotti destinati al solo circuito delle edicole. Approfittatene!

Vi ricordiamo le nostre altre convenzioni:
- sconti agli studenti della scuola internazionale di comics
- sconti del 15% presso la cartoleria Trentin in via Beato Pellegrino esibendo la nostra tessera

lunedì 5 settembre 2011

Sugarpulp Festival: Deadpool



Sugarpulp Festival
presso il Centro Civico d’arte e cultura Altinate/San Gaetano
via Altinate, 71, 35121
Padova, Italy
venerdì 30 settembre · 11.30 - 12.30

Nella sala Agorà del Centro Civico d’arte e cultura Altinate/San Gaetano
Victor Gischler e Matteo Scalera presentano Deadpool, a seguire incontro con i lettori ed i fans. Modera Massimo Zilio (Il Gazzettino), traduce Seba Pezzani

Per quelli che non conoscono VICTOR GISCHLER, ecco una piccola nota biografica
...
Vive a Baton Rouge (Louisiana) ed è autore di sette romanzi tradotti in dodici lingue, è stato a lungo professore di scrittura creativa presso la Rogers State University, in Oklahoma, ed è sceneggiatore Marvel per fumetti come The Punisher, Wolverine, Deadpool e la nuova serie degli X–Men che ha venduto solo nella prima settimana più di 100.000 copie. Il suo romanzo La gabbia delle scimmie, che è stato nominato come miglior esordio agli Edgar Award, sta per diventare un film a Hollywood.

Matteo Scalera disegna la serie Deadpool team up, potete ammirare i suoi lavori QUI

domenica 4 settembre 2011

Alberto Ponticelli & Giustina Porcelli al Pan!

[Matteo Maino]
segnala · 11:24

Scalera & Vitti al Pan!



Video girato da Matteo Maino in occasione dell'incontro con Matteo Scalera e Alessandro Vitti, presto nuovamente a Padova!

sabato 3 settembre 2011

SUGARPULP FESTIVAL




Alberto Ponticelli
Alessandro Vitti
Andrea Mutti
Matteo Scalera
Elia Bonetti
Davide Furnò


Il programma del festival QUI

martedì 24 maggio 2011

Matteo Cremona al Panstore

Sabato 28/05 ospiteremo Matteo Cremona, disegnatore di John Doe e David Murphy 911 che presenterà il suo Artbook 2013!
Non mancate!

martedì 3 maggio 2011

Le 5 fasi in simultanea nazionale


PADOVA - "Panstore" - via Petrarca, 7 - OFFICINA INFERNALE
BERGAMO - "Arcadia" - via Taramelli, 40 - ALBERTO PONTICELLI
PARMA - "Popstore" - via Nino Bixio, 51/c - SQUAZ
SARZANA - "Comic House" - via Gramsci, 25/a - AKAB + AUSONIA
PRATO - "Mondi Paralleli" - via Ser Lapo Mazzei, 26 - TIZIANO ANGRI

Sei autori, cinque fumetterie, le "Cinque Fasi" del dolore.
In simultanea nazionale, in collaborazione con Afui Associazione Fumetterie Italiane e Edizioni Bd la presentazione-evento del 2011.
Sarà con noi Moz aka Officina Infernale che firmerà e dedicherà il volume.
Imperdibile!

giovedì 21 aprile 2011

Matteo Alemanno al Panstore

Sabato 30 Aprile un evento realizzato in collaborazione con la Scuola internazionale di Comics e Nona Arte edizioni.
A partire dalle ore 16,30 Matteo Alemanno presenterà Protecto,scritta dallo sceneggiatore belga ZIDROU.
Per l'occasione il volume sarà in vendita al prezzo speciale di €20,00

Vi aspettiamo numerosi!

venerdì 8 aprile 2011

Centro Fumetto Andrea Pazienza, Schizzo Tour


Sabato 09/04 a partire dalle ore 16,00 incontro con gli autori del Centro Fumetto Andrea Pazienza!

sabato 2 aprile 2011

Marvel Made in Italy, Il blog

Volevamo segnalare il Blog Marvel Made in Italy curato da Matteo Losso che puntualmente fornisce aggiornamenti legati a tutte le iniziative che coinvolgono gli autori Italiani che disegnano per la Casa delle Idee. Seguitelo!

mercoledì 23 marzo 2011

Alessandro Vitti a Padova


Siamo lieti di invitarvi a questo evento che abbiamo organizzato in collaborazione con Jin Dojo, ginnasio di cultura e Arti Marziali (
www.jindojo.it)
Alessandro Vitti, disegnatore per la Marvel (Secret Warriors e X–Campus) e Bonelli (Brendon) , è certamente uno degli artisti del fumetto più importanti della nuova generazione e sarà a Padova il prossimo 2 aprile.
Alle ore 16.30 si terrà un primo incontro presso la nostra fumetteria in cui verrà presentato il suo nuovo Book dedicato alla realizzazione del suo storyarc di Secret Warriors;

l'evento proseguirà in serata alle ore 20.30 presso la sede del Jin Dojo in Via Capitello 2/1 durante il quale si avrà modo di poter assistere all'intero processo di realizzazione di tavole fumettistiche.


L'invito è aperto a tutti,
vi aspettiamo numerosi!

mercoledì 16 febbraio 2011

Intervista a Vertigo, Rlsh di Padova!

Eroi mascherati che pattugliano le strade e proteggono i cittadini. Non è più solo una fantasia, ma una realtà concreta che conta più di 300 affiliati. Senza superpoteri, ma con costumi ispirati al loro personale credo, i Real Life Superheroes sono un gruppo diffuso in tutto il mondo che si sforza di lanciare un messaggio importante: tutti possiamo essere eroi.

Anche in Italia sono presenti alcuni di questi supereroi, e uno di essi agisce a Padova, per portare aiuto a chi ne ha bisogno. Si chiama Vertigo e noi gli abbiamo rivolto qualche domanda, in attesa di poterlo ospitare al nostro PanStore!

Chi sono i RLSH?

I RLSH sono un gruppo di persone attive in tutto il mondo che, indossando costumi ispirati ai supereroi, si adoperano per aiutare la propria città a diventare un posto migliore e più sicuro. Ciascuno di noi diventa RLSH per una sorta di vocazione personale: c’è chi vuole rendere le strade più sicure sventando piccoli crimini o aiutando i cittadini in difficoltà; e chi si occupa di puro volontariato per i senzatetto e aiuto alle famiglie più bisognose.

Esiste una “Lega della Giustizia”?

Non proprio. Negli USA il gruppo è ufficialmente riconosciuto e gode di privilegi come donazioni e la possibilità di distribuire cibo ai senzatetto o beni e giocattoli alle famiglie indigenti, accanto sempre al pattugliamento delle strade. In Italia non esiste un gruppo ufficialmente riconosciuto, ma solo una sorta di aggregatore virtuale in cui scambiare proposte ed opinioni. E’ stato fondato da Entomo, il primo dei RLSH italiani, e si chiama Rivendicatori.

Come mai ”Vertigo”?

Vertigo deriva dalla vertigine, la vertigine suscitata dalle grandi altezze. Solo dall’alto si può pattugliare al meglio la propria città. Non è un altezza fisica quella a cui mi riferisco, ma piuttosto un’altezza morale. Sotto la maschera c’è un uomo con difetti e contraddizioni come chiunque. Ma Vertigo E’ la maschera. Come tale non può concedersi nessun lusso, nessuna debolezza. Vertigo deve dare il buon esempio.

Padova è una città difficile, di notte. Tu di cosa ti occupi?

Io mi occupo per lo più di aiuto e supporto ai senzatetto e ai bisognosi, ma è importante specificare che io come nessuno di noi si tira indietro quando incappiamo in situazioni sospette o criminose. Siamo tutti addestrati nella difesa personale, ed è fondamentale per un RLSH. Personalmente ritengo importante, quando si incappa in questo genere di attività, prima di tutto avvisare le forze dell’ordine, perché sono loro che devono intervenire quando avvengono atti fuorilegge. Se le circostanze richiedono un intervento immediato, naturalmente, si agisce per la sicurezza dei cittadini, ma senza mai infrangere la legge essendo noi i primi a volerla vedere rispettata

Un’attività, quella del volontariato, che si può e si fa a volto scoperto attraverso tantissime associazioni. A cosa serve allora il costume?

È vero, ci sono moltissimi eroi che a tempo pieno si occupano di volontariato. Ma è proprio questo il punto: sembra una cosa straordinaria, che richiede tempo e risorse, ed una cosa che magari si fa raramente come quando si svuota una cantina e si portano le coperte vecchie alla Caritas. Il costume serve a far capire alle persone che basta invece pochissimo per essere eroi sempre, ogni giorno. Invece di essere eroi tra i tanti, con il costume noi diventiamo piccoli eroi in rilievo, in vista, per portare questo messaggio. Siamo come una frase sottolineata, che balza all’occhio e sta cercando di dirti che ognuno, con un piccolo gesto, può fare la differenza. Con li costume vogliamo far risaltare il nostro messaggio, non noi stessi, altrimenti lo faremmo a volto scoperto e usando il nostro nome e cognome.

E questo messaggio arriva a destinazione?

Col passare del tempo mi sto rendendo conto che le persone che ora mi vedono passare per le strade stanno cominciando a capire chi sono e cosa faccio. Ma la strada è ancora lunga. In particolare perché è difficile farsi conoscere, capire e apprezzare, e far si che il messaggio arrivi a destinazione senza alcun supporto. Parlo naturalmente dei media, delle tv e dei giornali che in Italia, ad ogni intervista o articolo sui RLSH si preoccupano di ridicolizzare un‘attività come la nostra.

Che ruolo possono avere i media?

Io invito giornali e televisioni a contattarmi, attraverso facebook (Vertigo RLSH) o mail (vertigo.rlsh@gmail.com) perché sono convinto che loro siano la chiave di volta per avvicinarci ai cittadini, per diffondere il nostro messaggio e aiutarli a capire che tutti possiamo fare qualcosa per migliorare il posto in cui viviamo invece di farci semplicemente gli affari nostri e far finta di non vedere, o peggio ancora di indignarci per poi dimenticarcene in 10 minuti, quando accadono cose scomode o peggio. Ovviamente ogni proposta va vagliata per evitare di incappare in “professionisti” che in passato hanno già avuto modo di ridicolizzarci per il solo gusto di farlo.

Non è strano essere un simbolo ma agire nell’ombra?

Si, lo è. È per questo che mi sto battendo per spostare l’attività dei RLSH (per chi vuole, naturalmente) alla luce del sole. Se il costume è un simbolo, va mostrato, va evidenziato, va lasciato scatenarsi negli occhi e nella mente delle persone. Di notte non incrociamo molti cittadini, mentre di giorno le nostre azioni avrebbero davvero valenza di un messaggio forte ed evidente. Per fare questo però deve veramente esserci sinergia con i media e con le forze dell’ordine, per permetterci di svolgere il nostro operato nel migliore dei modi e di dare il miglior esempio possibile.

Come ti stai muovendo, in questo senso?

Ho ricevuto contatti per interviste a quotidiani. Ma penso che siano due le cose che più mi stanno aiutando e spronando:
La prima è che a Padova mi ha contattato un ragazzo che segue da tempo i RLSH e vedendo i videolog sulla mia pagina facebook e su youtube, in cui racconto le mie ronde e la mia attività, mi ha contattato per diventare uno di noi. Questo mi fa immensamente piacere, perché significa che la mia strategia sta funzionando. Naturalmente prima di diventare RLSH occorre molta preparazione, la conoscenza di tecniche di difesa personale, il tempo e la volontà seria di fare qualcosa per gli altri; non ci si improvvisa RLSH dalla sera alla mattina. Sono contento che qualcuno abbia scelto me come aiuto e guida per cominciare e sono felice di aiutarlo;
La seconda è un contatto da parte di una casa di produzione cinematografica di Padova che mi ha chiesto di essere protagonista di un documentario sui RLSH e in particolare sulla mia attività. Penso che il cinema e la tv siano i mezzi più immediati per avvicinarci prima di tutto ai giovani e sensibilizzarli, aiutarli a capire chi siamo e cosa facciamo, perché sono la forza che serve alla società per cambiare rotta e diventare davvero migliore. Ho messo a disposizione della Black Box Film il mio logo, i miei videolog, le riprese delle ronde che faccio e le mie fotografie, e mi stanno seguendo con interviste e altri filmati. Mi rende felice e fiducioso il fatto che questo progetto stia riscuotendo interesse da parte dei siti di settore. Questa è un’ulteriore prova che le persone possono e vogliono essere coinvolte in questo messaggio.

Non credi che vedendo i RLSH qualcuno possa decidere di emularli nel modo sbagliato?

La possibilità e tutt’altro che improbabile. Ci possono essere ragazzini troppo giovani che decidono di trasformare la propria vita in un fumetto. Potrebbero nascere personaggi ambigui e violenti che usano la maschera per porsi al di sopra della legge, o molto altro. Per questo mi sto battendo per creare un codice di comportamento a cui i RLSH dovrebbero appoggiarsi per ritenersi tali ed essere riconosciuti. Inoltre, con i videolog, spero di chiarire quella che è la mia attività togliendo ogni dubbio sul mio concreto operato, senza lasciare spazio ad ingannevoli fantasie.

Cosa speri per il futuro?

Non spero che ci siano sul lungo periodo molti altri RLSH, io spero che sul lungo periodo si creino molti eroi! Che la gente capisca che con poco può fare tantissimo per rendere migliore questo mondo, anche senza un costume. Basta pochissimo, per cambiare radicalmente le cose. Basta volerlo davvero.